fbpx

Nel cuore di Lima, la capitale del Perù, esiste una piccolissima attività “Los churros de San Francisco”, davanti alla quale ogni giorno la gente si mette in fila per gustare una prelibatezza senza fine: il Churro limeño.
Churros limeños: Nutella o Crema pasticciera? la ricetta facile di una una delizia di Lima
Non è il classico churro che potrai assaggiare in Spagna o in America Latina, la sua consistenza è differente e direi divina. Il churro di San Francisco è considerato il churro più buono di Lima.

DI SEGUITO TROVERAI LA RICETTA E CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

Alla churreria San Francisco, mentre aspetti di essere servito davanti al chioschetto, lo sguardo è rapito da queste donne, che stendono la pasta con la velocità e la maestria di chi ha il mestiere nelle mani.
Quando arriva il tuo turno, ti chiedono come desideri il ripieno del churro, se con crema pasticcera, cioccolata o dulce de leche, lo arrotolano a mò di cornetto e lo friggono. Il tutto avviene davanti a te, mentre le narici si riempiono di un profumo inebriante di zucchero.
Il churro viene servito bollente, io l’ho scelto ripieno di crema e, da golosa impenitente, al primo boccone ho rischiato un’ustione al palato, ma che dire? Spettacolare!

Churros limeños: Nutella o Crema pasticciera? la ricetta facile di una una delizia di Lima

BREVE CURIOSITA’ STORICA DEL CHURRO
Quando parlo di cibo, penso sempre se ha qualcosa che mi riporti ad un altro cibo familiare e mi chiedo quale possa essere l’origine.
Se il churro avesse la parola, parlerebbe mandarino. Pare infatti che il churro derivi dall’antica Cina, da una pasta salata fritta chiamata youtiao, che in cinese vuol dire “diavolo fritto in olio”. Sembra che ne preparassero sempre due a simbolizzare un funzionario e sua moglie, i demoni responsabili della caduta in disgrazia di un generale.
Furono i mercanti portoghesi, giunti in Cina, ad assaggiare questo youtiao ed a riproporre questa ricetta in versione dolce, anziché salata, nella Penisola Iberica. Il nome spagnolo “churro” deriva dalla pecora churra e dalla somiglianza della forma di questo dolce con le corna di questo animale.
Inizialmente era un piatto tipico dei pastori, ma poi questa prelibatezza si è diffusa ovunque.
I conquistatori spagnoli portarono in Sud America questa pietanza, che fu arricchita e cambiata a secondo della regione.
In Perù il churro limeño si deve a Ramon Falco, che all’età di 6 anni giunse dalla Spagna a Lima con la sua famiglia, portando così la ricetta classica spagnola dei churros, a cui ha aggiunto delle varianti peruviane, dando vita ad uno dei dolci preferiti di tutta Lima.

Churros limeños: Nutella o Crema pasticciera? la ricetta facile di una una delizia di Lima

RICETTA DEI CHURROS LIMENOS ALLA NUTELLA O ALLA CREMA PASTICCIERA
INGREDIENTI:
  • 500 gr di farina 00
  • 40 gr di maizena
  • 50 gr di zucchero
  • 80 ml di latte
  • 15 gr di lievito fresco
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 uovo
  • 50 gr di burro
  • 200 ml acqua a temperatura ambiente
  • Olio per friggere
  • Crema pasticciera e/o Nutella 
PREPARAZIONE:
  • Mettere i 15gr di lievito fresco, 50 gr di zucchero in 200 ml di acqua a temperatura ambiente e mescolare sino a che lo zucchero ed il lievito siano disciolti. Lasciare riposare 10 minuti per attivare il lievito.
  • Si può utilizzare la planetaria o lavorare a mano, in ogni caso setacciare e mettere in un recipiente i 500 gr di farina 00 ed i 40 gr di maizena, aggiungere il sale e mescolarli.
  • Fare un buco al centro della farina e versare all’interno il composto di acqua, lievito fresco e zucchero.
  • Aggiungere 80 ml di latte.
  • Sbattere l’uovo ed aggiungerlo.
  • Lavorare bene gli ingredienti.
  • Unire il burro ammorbidito.
  • Ricominciare a lavorare l’impasto, affinché tutto venga incorporato e si formi una massa elastica, che lasceremo riposare coperta per mezz’ora.
  • Una volta trascorso il tempo, prendere questa massa di pasta, portarla sul tavolo da lavoro e dividerla in due. Fare due strisce da cui ricavare pezzi da 50 gr circa, usare la bilancia per farli uguali.
  • Fare delle palline da ogni pezzo, arrotondandole sulla spianatoia o con le mani.
  • Lasciarle a riposo per 30 minuti coperte con un canovaccio.
  • Stenderle longitudinalmente ed allargare la parte superiore come a voler fare un triangolo. Aiutarsi anche con le mani, se necessario
  • Mettere in alto al centro della parte più larga il ripieno di crema pasticcera o della Nutella. Cominciare ad avvolgere ed al primo giro, sigillare bene la pasta e continuare ad arrotolare sino a formare un cornetto lungo. Ricordarsi di sigillare bene le punte laterali per evitare fuoriuscite di nutella o crema.
  • Mettere a scaldare l’olio e friggerli, assicurandosi che siano ben dorati.
  • Prendere un piatto lungo e cospargerlo di zucchero per potervi passare sopra i churros e ricoprirli.
A Lima il churro si gusta preferibilmente con la cioccolata calda, ma io lo adoro anche così.
E’ giunta l’ora di gustarci la nostra prelibatezza.
Buoni churros!